Menu
elenit

Gastronomia e Prodotti Locali

L’area della Valle del Crocchio presenta un notevole patrimonio di tradizioni legate in particolare alla gastronomia locale. I prodotti agricoli tipici del territorio creano degli appuntamenti fissi e dei veri e propri riti durante l’anno:

– In autunno la produzione dell’olio, la raccolta e l’essiccazione delle castagne, la raccolta dei funghi;

-In inverno, e in particolare nel periodo natalizio, la macellazione del maiale (con produzione di insaccati, sanguinaccio, cigoli o resimugli, gelatina, frittole, ecc.) e la produzione di tante varietà di dolci tipici (pittanchiusa, crespelle, pignolate, ecc.);

– In primavera e nel periodo pasquale la tradizione locale prevede la macellazione di agnelli e preparazione di dolci pasquali, il più noto dei quali è la “cuzzupa” con le uova, alla quale sono collegati riti di dono tra i fidanzati

– In estate le produzioni tipiche prevedono marmellate, liquori tipici come la “cetratella” e il liquore di limetta, la raccolta dell’origano, le conserve di pomodoro

La dieta popolare si basa, durante tutto l’anno, sui prodotti derivati dalla farina: pane di grano, pasta fresca “ ‘mparrettati” e “covatelli”; sui derivati del latte di pecora: ricotte, pecorino, juncata, ecc.; oltre che sui piatti poveri realizzati con legumi e cereali

Tutta questa grande varietà di prodotti tipici dà vita a tante sagre paesane che animano i contesti rurali della Valle del Crocchio durante tutto l’anno.